Brunello di Montalcino

Il Brunello di Montalcino è un vino visivamente limpido, brillante, di colore granato vivace. Ha profumo intenso, persistente, ampio ed etereo. Si riconoscono sentori di sottobosco, legno aromatico, piccoli frutti, leggera vaniglia e confettura composita. Al gusto il vino ha corpo elegante ed armonico, nerbo e razza, è asciutto con lunga persistenza aromatica.

Per le sue caratteristiche, il Brunello di Montalcino sopporta lunghi invecchiamenti, migliorando nel tempo. Difficile dire quanti anni questo vino migliora in bottiglia. Ciò dipende infatti dall’annata. Si va da un minimo di 10 anni fino a 30, ma può essere conservato anche più a lungo. Naturalmente va conservato nel modo giusto: in una cantina fresca, ma soprattutto a temperatura costante, buia, senza rumori e odori; le bottiglie tenute coricate.

Bottiglie di Brunello di Montalcino

 

Disciplinare di produzione

Brunello di Montalcino

Il Brunello di Montalcino ha avuto il riconoscimento della DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA con D.P.R. 1/7/1980, successivamente sono state apportate varie modifiche. Di seguito sono riportate le norme previste dal Disciplinare vigente così come previsto dal Decreto 19/5/1998.

Zona di produzione
Confine storico del Comune di Montalcino.
Vitigno
Sangiovese (denominato, a Montalcino, “Brunello”)
Resa massima dell’uva
80 quintali per ettaro
Resa dell’uva in vino
68%
Affinamento minimo in legno
2 anni in rovere
Affinamento minimo in bottiglia
4 mesi (6 mesi per il tipo Riserva)
Colore
rosso rubino intenso tendente al granato per l’invecchiamento
Odore
profumo caratteristico ed intenso

Sapore
asciutto, caldo, un po’ tannico, robusto ed armonico
Gradazione alcolica minima
12,5% Vol.
Acidità totale minima
5 g/lt
Estratto secco netto minimo
26 g/lt
Imbottigliamento
può essere effettuato solo nella zona di produzione
Immissione al consumo
dopo 5 anni dall’anno della vendemmia (6 anni per il tipo Riserva)
Confezionamento
il Brunello di Montalcino può essere posto in commercio solo se confezionato in bottiglie di forma bordolese

Abbinamenti

Con il Brunello di Montalcino

L’eleganza e il corpo armonico del vino permettono abbinamenti con piatti molto strutturati e compositi quali le carni rosse, la selvaggina da penna e da pelo, eventualmente accompagnate da funghi e tartufi. Trova anche abbinamento ottimale anche con piatti della cucina internazionale a base di carni o con salse.

Il Brunello è anche vino da abbinamento ottimale con formaggi: tome stagionate, pecorino toscano, formaggi strutturati. Inoltre, per le sue caratteristiche, é godibile anche quale vino da meditazione.

Il vino Brunello di Montalcino deve essere servito in bicchieri di cristallo dalla forma ampia, panciuta, al fine di poterne cogliere il bouquet composito ed armonioso. Dovrà essere servito ad una temperatura di circa 18°C-20°C. Per le bottiglie molto invecchiate è consigliabile la decantazione in caraffa di cristallo, al fine di meglio ossigenarlo e di proporlo nella sua totale purezza.

 

Dal Sito del Consorzio del Brunello di Montalcino

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

No Related Post